s5 logo

Ci vuole coraggio per essere diversi
Scritto da  Emy Farella
Vota questo articolo
(0 Voti)

Viviamo in una società che ci vuole tutti uguali. Che ci piaccia o no, che lo accettiamo o meno, fin da piccoli veniamo educati a comportarci tutti allo stesso modo, a vestirci come gli altri, mangiare, pensare, agire come indica la moda del momento o la cultura a cui apparteniamo. 

12-11-tutti-uguali

Si sentono le mamme dire ai propri figli: "Non si fa così! Non vedi come fanno tutti gli altri?", spesso si viene puniti se si esce dai binari della "normalità" ma nella maggior parte dei casi se si cerca di fare a modo proprio, se si pensa in una maniera diversa dalla massa, se si decide di intraprendere una strada differente da quella che tutti si aspettano da te... si viene messi da parte, emarginati.

Ci vuole coraggio per essere diversi e lo sanno bene tutti coloro che non lo fanno per scelta ma vi nascono, oppure si trovano in situazioni che obbligano alla diversità.

Oggi, però, vorrei parlare della diversità come espressione del proprio essere, della necessità di esprimere se stessi per sentirsi liberi e appagati.

Quante volte hai rinunciato al tuo autentico io?

Diciamolo chiaramente... il vero problema, in questo senso, è sempre lo stesso: la paura dei giudizi altrui e la poca sicurezza in se stessi.

12-11-diverso

Vorresti indossare quei pantaloni che ti piacciono tanto ma da quando le tue amiche ti hanno detto che ti stanno malissimo e che sembri ridicola quando li porti, hai deciso di usarli solo in casa quando non ti vede nessuno; hai le tue idee circa quella notizia di cui parlano tutti i giornali, ma non ne parli in ufficio perché i tuoi colleghi la pensano in modo diverso e ti deriderebbero, così ti conformi a quello che dicono loro; ti viene chiesto di svolgere un compito che tu detesti, ma lo fai ugualmente per paura di essere giudicato incapace.

Ogni volta che ti capita di non poter esprimere ciò che senti, chiediti: e se lo facessi a modo mio, cosa capiterebbe di tanto terribile? Se iniziassi a seguire le mie idee, le mie inclinazioni, se decidessi di dire tutto ciò che penso realmente, di fare le mie scelte anche se non approvate dalla massa, cosa mai accadrebbe?

Iniziare a mostrare la propria diversità

12-11-diversitaSe fino ad ora hai vissuto nascondendo il tuo vero io, probabilmente hai contribuito a creare tutt'intorno a te un mondo che non ti appartiene. Nel momento in cui inizierai a tirar fuori la parte di te che tenevi nascosta, la prima conseguenza sarà sicuramente quella dell'incompatibilità con il mondo che ti eri creato: molte delle persone che ti circondavano si sentiranno respinte dal tuo nuovo io e si allontaneranno da te, ma allo stesso tempo ne attrarrai altre che si tenevano lontane perché il tuo vecchio io non gli piaceva, sicuramente persone più compatibili con la tua persona; tutto quello che hai contribuito a costruire con convinzioni che non erano le tue potrebbe crollare, ma così avrai finalmente spazio per ricominciare a costruire qualcosa di più solido e duraturo.

Niente scuse!

Quasi sempre la ragione per cui si decide di agire così, tenendo nascosta una parte di se stessi, è la pigrizia, il non voler lasciare le proprie abitudini tanto rassicuranti, la paura di confrontarsi, la mancanza di fermezza e determinazione nell'esporre e difendere le proprie idee.

Ma invece di ammetterlo ci riempiamo di scuse, mentendo anche a noi stessi, arrivando anche a credere fermamente nelle posizioni che prendiamo.

Le due regole d'oro

Sono convinta che siano due le regole d'oro che contribuiscono alla crescita di una persona ed al suo successo nella vita: la sicurezza in se, portando avanti con convinzione ciò in cui si crede, e la capacità di non farsi influenzare dai giudizi altrui.

Trovo che siano due regole molto efficaci, riscontrabili in tutte le persone di grande successo della storia, come spiega bene Napoleon Hill nel suo libro Pensa e arricchisci te stesso

Mi rendo conto di quanto sia difficile togliere delle convinzioni ben radicate i noi, sopratutto quella del “pochi hanno fortuna nella vita, tu vali poco e devi accontentarti del poco che hai” e la credenza di dover sempre, a tutti i costi, essere approvati dagli altri per essere felici.

Nonostante io stessa stia lavorando molto su questi punti, spesso mi ritrovo, per esempio prima di scrivere un articolo, a chiedermi cosa penseranno i lettori, temendo le loro reazioni quando devo affrontare argomenti che sono chiaramente lontani dal pensare comune; anch'io quando mi trovo di fronte a qualcuno che non la pensa come me, e davanti alle mie idee mi restituisce solo una negazione gigante, sono tentata di conformarmi al suo pensiero.

Ma con il tempo sto imparando a portare avanti con coraggio tutto quello che in cui credo.
coraggio

E' utile. Innanzitutto serve ad essere in pace con se stessi, perché quando ci si conforma agli altri si fa torto al proprio io, e questo conflitto non giova alla propria serenità!

In secondo luogo trovo che sia utile confrontarsi con gli altri, esponendo il proprio pensiero, perché potrebbe anche servire a farci comprendere di essere nel torto e ad intraprendere un nuovo percorso più costruttivo.

Giù la maschera.

Non temere di esporti così come sei, non farti mettere in panico dalle critiche e da chi crede di essere meglio di te, lascia che il tuo vero io venga fuori e ti guidi perché è quello che ti mostrerà la strada più giusta.

Ma allo stesso tempo sii comprensivo con le diversità degli altri, ognuno ha il diritto di pensarla a modo proprio, non pretendere mai di aver ragione solo perché tu ne sei fermamente convinto, e non prendertela se gli altri faranno questo con te: spiega gentilmente il tuo punto di vista e continua per la tua strada anche se verrai insultato o deriso.

Ricorda, infine, che le persone che non ti accettano per quello che sei e vogliono farti diventare simile a loro a tutti i costi, non sono utili alla tua crescita.

Dimmi cosa ne pensi: lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Condividi

Seguimi!

 
Copyright © 2017 Credi Pensa Crea - Tutti i diritti riservati