s5 logo

Viaggi e vacanze, oltre al relax un'occasione per arricchirsi
Scritto da  Emy Farella Mercoledì, 03 Settembre 2014
Vota questo articolo
(0 Voti)

Viaggiare è sinonimo di vacanze, luoghi vicini o lontani da raggiungere per iniziare il meritato e tanto atteso periodo di relax. Ma cosa ti porti a casa finite le vacanze? A parte qualche souvenir ed un senso di benessere generale, ogni esperienza di viaggio, se vissuta a fondo, può regalare molto più di quello che si possa immaginare.

La volta che scoprii di amare le vacanze ed i viaggi

Sono nata e cresciuta al sud Italia, a Bari, fino all'età di 18 anni, in un paesino nell'entroterra, non molto lontano dal mare. Per chi vive in un posto così incantevole andare in vacanza significa per lo più prendere l'auto e raggiungere la spiaggia più vicina nel fine settimana, al massimo si prenota in qualche località diversa, ma senza allontanarsi troppo dalla "propria terra", per godere di un periodo in compagnia di amici o parenti.

03-vacanze 1

Le mie vacanze estive le passavo ogni anno nello stesso posto. Sicuramente era bello ritrovare gli stessi amici, le stesse abitudini, lo stesso bellissimo mare, ma questo mi aveva chiuso la mente. Da ragazzina ingenua ero convinta che la vita fosse solo quello che stavo vivendo io, non mi immaginavo quante differenze e sfumature, invece, avesse da offrire il mondo al di fuori del mio.

Con il mio trasferimento a Milano iniziai a rendermene conto: nuovi modi di vivere, di pensare, di socializzare, di lavorare... ne rimasi tanto affascinata che nella mia terra ci tornai sempre meno.

In seguito conobbi un ragazzo che amava viaggiare, per quattro anni passammo le vacanze in tanti posti diversi, al mare, in montagna, scoprendo laghi, fiumi, paesaggi spettacolari, in Italia ed in Francia. Ma non fu quella la volta che mi innamorai dei viaggi, in quell'occasione stavo solo iniziando ad assaporare la magia e la meraviglia dei luoghi sconosciuti.

03-vacanze 9Fino ad allora non avevo ancora fatto un vero e proprio "viaggio", delle vacanze che meritassero di essere chiamate tali, quelle di cui senti sempre parlare, che vedevo in televisione ma non avrei mai immaginato di poterci andare personalmente.

Ritenevo quel tipo di vacanze un piacere troppo breve per tutto quello che valevano, erano per me solo uno spreco di soldi!

Mi ricordo che fantasticavo su cosa avrei potuto comprare, invece, con quella cifra: un televisore, un elettrodomestico, un mobile nuovo per il soggiorno, insomma... cose che non durassero solo una settimana!

In seguito di cose ne avevo comprate ma il loro possesso, per quanto mi facilitasse la vita e rendesse la mia casa più bella, oggi non lo paragonerei mai con un'esperienza di viaggio.

03-vacanze 2

Finalmente con il mio matrimonio giunse il momento di scegliere una destinazione per il viaggio di nozze e me ne andai in Messico. La sensazione di trovarmi in un posto tanto lontano da casa, tanto diverso, dove nessuno parlava la mia lingua, dove tutti sembravano così poco familiari, mi fece sentire, in un primo momento, un po' disorientata, ma presto la mia attenzione fu rapita dagli spettacolari paesaggi, dalla cordialità delle persone, dal suono incantevole della lingua spagnola, da quei cibi strani mai provati prima e mi sentì subito a mio agio.

Passai due settimane da sogno, conobbi molte persone di diverse nazionalità, visitai le piramidi dei Maya, i cenotes, luoghi sacri e poi le spiagge caraibiche con il mare più incredibile che abbia mai visto, mangiai tanti piatti tipici e cocktail a base di cactus, osservai con attenzione tutto quello che mi circondava e ne rimasi rapita.

03-vacanze 3

I giorni volarono e ben presto tornai a casa. Nei giorni successivi mi sentivo euforica, piena di energia, sentivo ancora la sensazione del sole messicano sulla mia pelle non facevo altro che parlare a tutti delle mie vacanze, continuavo a guardare le foto e ripensavo con nostalgia alle esperienze vissute, ero appena tornata e già iniziai a pianificare il viaggio successivo.

Fu così che nacque in me una nuova, grande dipendenza: i viaggi.

Crescere viaggiando

Chi va in vacanza in luoghi lontani o vicini ma con una cultura diversa dalla propria, dovrebbe andarci sempre con la mente aperta e pronta a ricevere tutto ciò che il posto ha da offrire.

Non ho mai capito quelle persone che durante i loro viaggi sono costantemente alla ricerca del caffè, della pasta, della pizza e che si lamentano perché quando li trovano non sono buoni come quelli che consumano abitualmente; quelle persone che all'estero deridono i modi di fare, di vestire diversi dai loro, quelle persone che viaggiano pieni di pregiudizi o semplicemente coloro che se ne vanno dall'altra parte del mondo e poi si rinchiudono in un villaggio italiano, senza uscirne neanche una volta per scoprire quali meraviglie possa offrire il posto in cui si trovano al di fuori di quel metro di spiaggia dove passano tutta la loro giornata.

Se invece vivrai le tue vacanze da esploratore, con curiosità e voglia di assorbire tutto il nuovo che incontrerai, ogni viaggio potrà regalarti molto più di quello che ti aspetti.

Come le vacanze ti possono arricchire

03-vacanze 5La fonte di ricchezza principale in ogni posto che visiterai sono le persone, le loro esperienze, i loro modi di pensare e le loro abitudini; non ti isolare ma cerca di fare sempre una chiacchierata con le persone che incontri, scambia due parole con il cameriere che ti serve la cena, con il personale della struttura che ti ospita, con l'animatore che riempe le tue giornate di attività e servizi, normalmente sono persone sempre disponibili e sicuramente gli farà piacere raccontare un po' di se stessi e della propria terra.

Socializza anche con gli altri vacanzieri come te, possono raccontarti le loro esperienze di viaggio e suggerirti qualche escursione interessante da fare, magari scoprirai che quello che viaggiava vicino a te in aereo vive a pochi chilometri da casa tua e ti farai un nuovo amico!

Ovviamente per poter socializzare in un paese straniero è utile conoscere la lingua del posto o sapere almeno un po' d'inglese; se non conosci neanche una parola è una buona occasione per iniziare a studiare un po'! Non è necessario spendere cifre astronomiche, anzi, se cerchi nella tua città potrai trovare anche corsi gratuiti oppure puoi provare a studiare da solo a casa, io personalmente ho studiato sempre da sola e devo dire che basta essere costanti e dedicare poco tempo al giorno per raggiungere risultati incredibili.

In particolare vorrei consigliarti una collana di libri  che ho usato e trovo il loro metodo geniale per iniziare ad apprendere le lingue in maniera facile e dedicando poco tempo al giorno: si chiama ASSIMIL, per ogni lingua c'è il livello base ed il perfezionamento. Invece per uno studio più approfondito puoi affidarti ad un docente privato.

03-vacanze 7Un'altra cosa che renderà le tue vacanze più intense sarà la storia del luogo che hai scelto come destinazione: non limitarti a visitare città e paesaggi con il solo scopo di riempire il tuo album di foto!

Prova ad informarti sulla storia del Paese che stai visitando, perché quel posto in particolare si chiama in quel modo, perché la spiaggia in cui ti trovi è così nera o bianca, perché la gente si veste in quel modo, perché le case hanno quella forma caratteristica etc.

Se hai l'occasione di fare delle escursioni fatti portare da una guida locale che ti sappia spiegare tutto nei minimi dettagli, è affascinante vedere come le cose cambino aspetto quando si imbevono di storia!

Quando si parla di viaggi e vacanze non ci si può dimenticare di un altro aspetto importantissimo: la cucina locale ed i piatti tipici. Per me che adoro cucinare e scoprire sempre nuove ricette, questo è il paradiso! In ogni posto in cui sono stata mi sono sempre portata dietro qualche nuova ricetta, purtroppo non tutte sono riproducibili se non si riescono a reperire gli ingredienti del luogo, spesso cerco di sostituirli con qualcosa di simile ma alcune volte ho dovuto rinunciare per non far torto al sapore incredibile del piatto originale.

03-vacanze 8

Per quanto possano sembrare strani e poco invitanti prova sempre qualche piatto tipico, anche solo un assaggio, non ostinarti a cercare sempre le solite cose a cui sei abituato! Spesso l'esperienza di un nuovo sapore ti avvicinerà maggiormente alla cultura, ai paesaggi, alle persone del luogo che ti ospita, regalandoti nuove sensazioni e generando nuovi ricordi che, più di qualunque foto, rimarranno indelebili nella tua mente negli anni successivi.

Sopratutto non confondere i piatti che offrono i ristoranti stranieri in Italia con quelli fatti nel Paese d'origine: qui potrai trovare solo una piccola selezione di piatti, inoltre la maggior parte vengono "italianizzati" per essere resi più commerciabili.
Quindi se devi andare in Messico non dire a priori "a me la cucina messicana non piace perché l'ho provata in quel ristorantino dietro casa", è molto probabile che quando proverai l'originale la troverai squisita!

Il ritorno a casa

Ovviamente un viaggio potrà offrire molto più dell'aver conosciuto delle persone nuove, la storia  e la cucina locale, è tutto molto soggettivo, ognuno si porterà a casa qualcosa in più o in meno rispetto ad un'altro.

03-vacanze aereoTi potranno accadere eventi piacevoli o spiacevoli, il posto che hai visitato potrà esserti piaciuto oppure no ma l'importante è aver vissuto le vacanze attivamente, abbracciando l'esperienza il più possibile, aprendo il cuore e la mente perché solo così  tornerai a casa con quel qualcosa in più che ti rende più consapevole, più ricco dentro, che ti farà apprezzare di più il luogo in cui vivi, che ti mostrerà delle alternative alle tue abitudini, facendoti capire che la vita non è solo quella che tu vivi, le regole non sono le stesse in tutti i posti, non tutti hanno gli stessi privilegi che hai tu e soprattutto ti insegnerà che molte persone vivono felici con davvero molto poco e dovremmo tutti imparare a non lamentarci più e ad aiutarci gli uno con gli altri. I viaggi insegnano questo e molto molto altro, a te la scoperta.

E tu, cosa ti porterai a casa dalle tue prossime vacanze?

Dimmi cosa ne pensi: lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Condividi

Seguimi!

 
Copyright © 2017 Credi Pensa Crea - Tutti i diritti riservati